I partner del Progetto Reduce

Presentazione partner di progetto UNIBO

Istituzione di afferenza
Alma Mater Studiorum, Università di Bologna, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro- Alimentari (DISTAL)

Ruolo in Reduce
Capofila di progetto, coordinatore e partner in Attività di Ricerca (R), Supporto alla Pianificazione (SP), Sensibilizzazione (SE)

Coordinatore
(R1), (R3), (SP2), (SP3), (SE1), (SE2), (SE3), (SE4), (SE5)

Partner
(R2), (R4), (SP1)

Parole chiave:

spreco alimentare domesticodiario alimentarespreco alimentare nella ristorazione scolasticaarmonizzazione normativasensibilizzazionedivulgazionecampagna di comunicazionebuone pratichekit di educazione

Gruppo di ricerca

Matteo Boschini: è un assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari (DISTAL) dell’Università di Bologna. Lavora al progetto REDUCE (Ricerca, EDUcazione, ComunicazionE: un approccio integrato per la prevenzione degli sprechi alimentari) promosso dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dove è responsabile dell’attività di ricerca (AR3) sul monitoraggio, la prevenzione e la riduzione dello spreco alimentare nella ristorazione scolastica. Nel 2013 è stato consulente presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Agricoltura e l’Alimentazione (FAO) a Roma, dove si è occupato di sostenibilità ambientale della dieta e spreco alimentare a livello domestico. Ha conseguito la laurea triennale in Dietistica all’Università di Bologna nel 2012 e la laurea magistrale in Alimentazione e Nutrizione Umana
all’Università degli Studi di Milano nel 2015.

Paolo Azzurro: è laureato in ingegneria per l’ambiente e il territorio all’Università di Bologna nel 2000; dal 2000 al 2009 è stato presidente e socio fondatore della GARWER srl, società di consulenza specializzata nella valorizzazione dei rifiuti industriali. Dal 2010 al 2012 ha lavorato per AGRECO GEIE (Bruxelles) come consulente esterno per la valutazione di progetti europei LIFE+ – linea “Environment Policy and Governance”. Nel 2015 ha conseguito il dottorato di ricerca in scienze e tecnologie agrarie, ambientali e alimentari contribuendo in maniera determinante all’avvio del Programma Nazionale di Prevenzione degli Sprechi Alimentari. Attualmente è assegnista di ricerca presso il DISTAL (DIpartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari) dell’Università di Bologna dove svolge attività di ricerca sul tema della prevenzione dei rifiuti e degli sprechi alimentari. Collabora attivamente alle attività del progetto europeo di ricerca FUSIONS, finanziato dal 7° programma quadro di ricerca e del Comitato Tecnico Scientifico per l’attuazione e l’implementazione del Programma Nazionale di Prevenzione Rifiuti. E’ autore di numerose pubblicazioni sul tema delle prevenzione dei rifiuti e degli sprechi alimentari.

Claudia Giordano: è laureata in Cooperazione, Sviluppo e Diritti Umani presso l’Università di Bologna. Ha svolto attività di ricerca presso l’Universidade Edoardo Mondlane di Maputo (Mozambico), presso l’istituto di Estudos de Terra, de Governação e Administração Pública (2011) e un periodo di visiting presso il Dipartimento di Geografia dell’Università di Guelph, Canada (2015). Nel 2012, ha svolto un periodo di tirocinio presso l’Ambasciata di Italia in Kenya, con mansioni di assistente delegata alla Rappresentanza Permanente dell’Italia presso l’Agenzia delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP). Durante il dottorato, ha collaborato alla realizzazione del Piano Nazionale per la Prevenzione degli Sprechi Alimentari e al progetto FUSIONS. Nell’ambito della tesi di dottorato, ha testato una metodologia volta a raccogliere informazioni e dati sullo spreco alimentare domestico attraverso una fase pilota. Attualmente è assegnista post-doc presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna e lavora sulla task “analisi e quantificazione dello spreco domestico”. Si occupa, inoltre, di gestire i contenuti del sito Reduce (admin). 

Luca Falasconi: è laureato in Scienze Agrarie presso l’Università di Bologna ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Economia dei sistemi agroalimentari dei paesi del bacino del Mediterraneo presso l’Università di Parma. Attualmente ricercatore confermato presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna dove è titolare delle cattedre di Politica Agraria e Sviluppo Rurale (nella Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria) e della cattedra di Economia e Sviluppo del settore Agro Alimentare (nella scuola di Medicina e Chirurgia). Ha maturato 10 anni di esperienza nella conduzione e nello sviluppo di imprese cooperative. Socio fondatore di Last Minute Market, attualmente spin-off riconosciuto dell’Università di Bologna che da oltre 15 anni si occupa di valorizzazione degli sprechi alimentari e di diffondere una cultura antispreco. È autore di numerose pubblicazioni sul tema delle prevenzione degli sprechi alimentari. È membro dell’accademia dei Georgofili, dell’Accademia Nazionale di Agricoltura di Bologna e Socio della Società Italiana di Economia Agraria (SIDEA) di cui è revisore dei conti.

Andrea Segrè: Professore ordinario presso il DISTAL

Descrizione attività

R1- DIARI ALIMENTARI: il diario dello spreco alimentare domestico consente di registrare le cause e i quantitativi di spreco durante una settimana, attraverso il coinvolgimento diretto del rispondente. Il metodo consente di registrare le più importanti determinanti dello spreco domestico (tra i quali packaging, cattiva conservazione degli alimenti, pianificazione degli acquisti imprecisa), i prodotti più frequententemente scartati, il metodo di smaltimento. L’obiettivo è di identificare le azioni e i messaggi chiave in grado di ridurre lo spreco domestico attraverso campagne mirate e interventi diretti.

R3- RISTORAZIONE SCOLASTICA: l’attività di ricerca si propone di sviluppare una metodologia sistematica (che prevede il coinvolgimento diretto degli studenti) per l’analisi quali-quantitativa degli sprechi alimentari nelle mense scolastiche, capace anche di fornire un quadro chiaro dei driver che sono alla base del fenomeno. L’attività di ricerca avrà quindi l’obiettivo di identificare possibili interventi correttivi oltre che di fornire indicazioni e contenuti utili alla predisposizione del kit di formazione previsto dall’attività SE4.

SP 1- 3 ATTIVITA’ DI SUPPORTO ALLA PIANIFICAZIONE: predisposizione di linee guida rivolte alle Regioni riportanti misure di prevenzione degli sprechi alimentari nei diversi comparti della filiera agroalimentare con relative modalità di inserimento delle stesse nei Piani regionali di prevenzione dei rifiuti, e predisposizione di misure atte a favorire l’integrazione di criteri di prevenzione degli sprechi nei bandi di gara pubblici per i servizi di ristorazione collettiva.

SE 1-5 MISURE DI SENSBILIZZAZIONE ED EDUCAZIONE: definizione di attività volte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema degli sprechi e delle perdite alimentari lungo la filiera agroalimentare. Obiettivo è promuovere stili di vita orientati al contrasto e alla prevenzione della produzione di sprechi alimentari, attraverso la sensibilizzazione di attori chiave, quali: a) consumatori; b) alunni in età scolare (scuole primarie); c) stampa e media. Le attività di sensibilizzazione e informazione saranno veicolate attraverso una Campagna Nazionale di comunicazione, supportata da un portale web, una pagina Facebook e un profilo Twitter. Inoltre, saranno predisposti una banca dati delle buone pratiche per la lotta allo spreco alimentare, un kit di formazione per le scuole (pedagogico e ludico) e un Kit di comunicazione, volto ad armonizzare le informazioni sullo spreco alimentare in Italia, destinato della stampa e delle organizzazioni che intendano pianificare azioni di comunicazione sul tema.

Partner