PAGINE DI SOSTENIBILITÀ

Le ultime novità nel panorama editoriale di settore.

Da Bariselli a Terzi, passando per Ben Jelloun, Cavalieri, Childs, Liotta, Lorenzelli e Santolini.

di Daniela Volpe

Abbiamo celebrato da poco la Giornata mondiale dell’Ambiente (5 giugno) e poco prima festeggiato la Giornata mondiale della Terra (22 aprile). Occasioni rilevanti, a meno di 6 anni dal severo tagliando per gli Obiettivi di sostenibilità che ci attendono al varco del 2030. Ed è vero che di sostenibilità si parla ormai ovunque, mentre le normative internazionali inseriscono paletti sempre più stretti – ma forse non ancora abbastanza – per consentirci di progredire in una crescita rispettosa del pianeta e di quell’unica salute dell’uomo, degli animali, dell’ecosistema. Eppure, la sensazione è che l’ambiente e la sostenibilità debbano fare ancora un po’ di strada nel cuore degli editori italiani per diventare un caposaldo nei generi di riferimento proposti ai lettori.

Con l’esclusione delle case editrici di settore, le pubblicazioni legate ai temi dell’ambiente e dello sviluppo e futuro sostenibile sembrano ancora episodiche nel mainstream delle novità che ci attendono in libreria.

#SprecoZero Magazine apre qui un piccolo periscopio sulle uscite di settore, evidenziando le più recenti e richiamandosi a quelle “Pagine di sostenibilità” che, da qualche stagione, sono al centro di una categoria portante del Premio Vivere a Spreco Zero.

Nel radar della tarda primavera 2024 alcune proposte incuriosiscono. Per esempio: è proprio vero che “I microbi salveranno il mondo? Proteggerli per sopravvivere” esortano gli autori Duccio Cavalieri,  Rino Rappuoli e Lisa Vozza che, per ll Mulino (dal 14 giugno), mettono al centro della loro indagine quel trilione di specie di microrganismi determinanti per sostenere ogni forma di vita sulla Terra, rendendo abitabile il pianeta. Senza microbi non avremmo pane, vino, birra, né potremmo liberarci dei rifiuti. Soprattutto, senza microbi non esisteremmo. Non solo l’intestino, ma anche il sistema immunitario richiede continui contatti microbici per imparare a distinguere amici e nemici. E dove questo rapporto intimo si incrina, ci si ammala.

A proposito di natura e cervello umano, è lo psicologo e neuroscienzato Andrea Bariselli a ricordarci che siamo troppo spesso vittime di una grande bugia: quella di tenere duro sempre e comunque, anche quando sembra senza senso, anche quando siamo stremati. Lo spiega dettagliatamente nell’intrigante saggio “A wild mind. Un viaggio nelle connessioni tra cervello e natura guidato dalle neuroscienze. Per immaginare una vita più umana”, pubblicato da Rizzoli e nato dal lavoro sul campo di Bariselli, un’esortazione a immaginare una vita più umana.

Sostenibilità, dunque, per sopravvivere a una vita fatta di pressione e ccmpetizione: anche la divulgatrice scientifica Eliana Liotta, d’altra parte, ci ricorda che “La vita non è una corsa”: Nel suo ultimo saggio edito da La nave di Teseo, insieme agli specialisti dell’Università e dell’Ospedale San Raffaele di Milano, Liotta disegna un percorso di soste possibili, per imparare a rispettare i tempi del nostro corpo e della nostra mente. Anche nelle esistenze più frenetiche, quando il lavoro e lo stress ci opprimono, dobbiamo osservare le pause secondo natura, quelle previste dai nostri bioritmi: dal sonno alla respirazione profonda, al digiuno; dai pensieri lenti, che includono la disconnessione dai dispositivi elettronici e coinvolgono in cause ideali come il volontariato, alle pause sentimentali, quelle non negoziabili e personalissime, a cui si deve il proprio senso di benessere.

Fra le strategie per rendere più sostenibile la nostra vita c’è senz’altro la progettazione di città più vivibili e inclusive, valorizzando il territorio in modo più equo e sostenibile per creare luoghi vivi, amati, attraenti. Partendo da questa convinzione, maturata in anni di ricerca ed esperienza sul campo, Valeria Lorenzelli porta avanti per la collana Norme e Tributi del Sole 24 Ore una riflessione sugli elementi che contribuiscono a definire gli spazi pubblici: e ci introduce così a una pratica di rigenerazione urbana che in Italia è ancora poco conosciuta e dibattuta: il “Placemaking“.

È invece dedicato a “La crescita verde” il saggio che Alessio Terzi Alessio argomenta con passione per Edizioni Ambiente, dimostrando come il capitalismo possa – a sorpresa – diventare un alleato per la crescita economica e, di pari passo, un futuro più verde per il nostro pianeta.

Ma c’è anche chi interpreta a suo modo le urgenze di carattere ambientale nel nostro tempo: il libro firmato dai Francesca Santolini per Einaudi, “Ecofascisti. Estrema destra e ambiente”, ripercorre il legame tra l’arcipelago delle destre radicali e la difesa dell’ambiente. Non potendo più negare il cambiamento climatico, argomenta l’autrice, alcune frange dell’estrema destra nel mondo provano a interpretare la crisi ambientale come risultato dei flussi migratori dal Sud del pianeta, dispiegando in forma nuova un armamentario ideologico fatto di teorie della cospirazione, xenofobia, razzismo.

Su misura per i più piccoli una novità appena uscita per La nave di Teseo, a firma del noto scrittore marocchino Tahar Ben Jelloun: nel libro “Gli alberi raccontati ai bambini”, da lui stesso disegnato, l’autore del best seller mondiale “Il razzismo spiegato a mia figlia” torna a parlare ai bambini, ai ragazzi, ai loro genitori e insegnanti, in una passeggiata tra gli alberi che hanno segnato la sua vita.

E per tutti, ma soprattutto per chi vuole traghettare in chiave sostenibile un’irrefrenabile passione per i cocktails. Ecco la sfiziosa Guida pratica “Slow drink” a cura di Danny Childs, il noto etnobotanico capace di inventare drink incredibili con gli ingredienti del suo giardino. Edito da Slow Food, il libro spiega come mixare bevande stagionali, cocktail alcolici e non, sciroppi fatti in casa e molto altro, trasformando gli ingredienti botanici, raccolti o coltivati in giardino, in birre, vini, aceti, bibite e cocktail unici. Cheers, dunque, per salutare con gusto e salute l’estate in arrivo!

SCHEDE

Duccio Cavalieri, Rino Rappuoli, Lisa Vozza

I microbi salveranno il mondo? Proteggerli per sopravvivere

Il Mulino – pagg. 248 – € 17 – 14 giugno 2024

Per riconciliarci con il mondo dei microrganismi. Un viaggio affascinante alla scoperta della «diversità invisibile», indispensabile alla nostra sopravvivenza.

Andrea Bariselli

A wild mind. Un viaggio nelle connessioni tra cervello e natura guidato dalle neuroscienze. Per immaginare una vita più umana

Rizzoli – pagg. 300 – € 22,80 – 30 aprile 2024

Come è stato possibile, a un certo punto, che le nostre esistenze siano state fagocitate dal lavoro, dalla frenesia, dalla lotta cieca alla crescita? Un grido di allarme, stiamo andando contro la nostra natura di esseri umani.

Eliana Liotta

La vita non è una corsa. Le quattro pause che fanno guadagnare salute e giovinezza

La nave di Teseo – pagg. 288 – € 19 – 19 marzo 2024

Le pause sono la chiave, l’unica, per ritrovare energia e sono anche la strada per sperare di vivere bene e a lungo. Allontanando stanchezza e ansia. In certi casi rendere magri, spesso sereni, perfino più giovani.

Valeria Lorenzelli

Placemaking

Il Sole 24 Ore – pagg. 224 – € 16,90 – 30 maggio 2024

Nuovi approcci per rendere le città più vivibili e inclusive, valorizzare i territori in modo più equo e sostenibile. Creare luoghi vivi, amati, attraenti. Una pratica che negli ultimi decenni ha ispirato molti interventi di rigenerazione urbana, il “placemaking”.

Alessio Terzi

La crescita verde, Il futuro dell’economia nell’era del cambiamento climatico

Edizioni Ambiente – pagg. 384 – € 22,8 – 24 maggio 2024

La crescita economica è il colpevole e il capitalismo è il mandante. Sono loro i responsabili a cui attribuiamo da sempre le principali crisi ambientali e sociali che stiamo vivendo. Ma è davvero così?

Francesca Santolini

Ecofascisti. Estrema destra e ambiente

Giulio Einaudi – pagg. 120 – € 13 – 23 aprile 2024

L’ecofascismo è già una realtà. In Europa come negli Stati Uniti, l’estrema destra si appropria dei fondamentali dell’ecologia per giustificare un armamentario ideologico fatto di teorie della cospirazione, xenofobia, razzismo.

Tahar Ben Jelloun

Gli alberi raccontati ai bambini

La nave di Teseo – pagg. 104 – € 16,15 – 31 maggio 2024

Tra ricordi, poesie e racconti, un libro che insegna ad ascoltare le storie che la natura rivela, a stupirci della sua presenza benevola, e a imparare a proteggerla ogni giorno.

Danny Childs

Slow drink. Guida pratica al foraging e alla preparazione di bibite, cocktail botanici, birre, amari, infusi e sciroppi di stagione

SlowFood Editore – pagg. 304 – € 24,50 – 24 aprile 2024

A cura del fondatore di Slow Drinks, una guida alla mixologia botanica per preparare bevande stagionali, cocktail alcolici e non, partendo da ingredienti botanici, raccolti o coltivati in giardino.

Articoli recenti

0770f51b-1084-4502-85a0-86a1c1ddb36a

IL PUNTO

Una coriacea banda a sostegno dell’alimentazione sostenibile. Sono oltre 600 i ricercatori impegnati …

Read More →
89eb8bbb-682a-45ea-9342-f6603230e422

L’INTERVISTA – MASCARINO 

«Sì all’educazione alimentare nelle scuole». Il presidente nazionale di Federalimentare a 360 gradi: …

Read More →
Rejected ideas crumpled in hand, hopelessness prevails generated by artificial intelligence

L’OSSERVATORIO WASTE WATCHER

Dialetti differenti, sprechi differenti. Il Sud spreca più del Nord, ma la Sicilia …

Read More →
179d97d9-ae11-46e5-949b-8c4482838fdf

IL CASO

Promuovere sistemi agricoli sostenibili con Enfasys. Un progetto Horizon dedicato specificatamente al settore …

Read More →
Screenshot 2024-06-11 alle 09.53.10

APPLICHIAMOCI

Sprecone, disattento, attento o parsimonioso: qual è il tuo profilo? Con tre domande …

Read More →
11_Showcooking_4-1024x683

L’APPUNTAMENTO

18 giugno, giornata mondiale della gastronomia sostenibile. Istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite …

Read More →

Press Area

Torna su