Zero hunger, zero waste: la gallery dell’evento promosso nell’ambito della campagna Spreco Zero con il Ministero degli Affari Esteri
Zero hunger, zero waste: la gallery dell’evento promosso nell’ambito della campagna Spreco Zero con il Ministero degli Affari Esteri

Zero hunger, zero waste: la gallery dell’evento promosso nell’ambito della campagna Spreco Zero con il Ministero degli Affari Esteri

Buone pratiche in vetrina in occasione della Giornata Mondiale dell’Alimentazione 2019: martedì 15 ottobre, nell’ambito di Bologna Award, la campagna Spreco Zero di Last Minute Market ha collaborato con il Ministero degli Affari Esteri – Direzione generale per la Cooperazione allo Sviluppo, all’organizzazione del panel “Zero hunger, zero waste”. Condotto dal giornalista Antonio Cianciullo, l’incontro, nell’Arena Centrale di FICO a Bologna, ha registrato la partecipazione del Ministro Plenipotenziario Leonardo Bencini e dell’Assessore regionale alla Cultura Simona Caselli. Hanno introdotto i lavori il fondatore di Last Minute Market Andrea Segrè e il coordinatore del progetto 60 Sei ZERO Luca Falasconi. Sono intervenuti anche Karin Bartolotti, Valore Condiviso e Sostenibilità Gruppo Hera, relatrice del progetto CiboAmico per il recupero del cibo dalle mense aziendali; Valentina Massa, vincitrice Premio Vivere a Spreco Zero 2017 per i progetto Dalma mangimi. Luigi Zironi, Sindaco del Comune di Maranello, vincitore Premio Vivere a Spreco Zero 2018; Paola Bertocchi, Camst per i progetti aziendali “sui sentieri della sostenibilità; Lucilla Persichetti, del Segretariato AsVis. Nell’occasione sono stati illustrati i dati dell’Osservatorio nazionale Waste Watcher sugli sprechi e i comportamenti alimentari degli italiani (LMM / Swg): fra i riscontri più rilevanti l’appello dei cittadini alle scuole: 7 italiani su 10 contano sull’istruzione scolastica per una svolta culturale sul tema spreco, mentre 1 italiano su 3 (il 31%) punta sulle associazioni di cittadini e di consumatori per sensibilizzare in direzione della sostenibilità. Proprio per questo dal progetto 60 Sei Zero, promosso dall’Università di Bologna – Distal con il Ministero dell’Ambiente e la campagna Spreco Zero, è arrivato il nuovo “kit antispreco”, un progetto educativo per le scuole che punta a promuovere un profondo cambiamento culturale fra i giovani, insegnando sin primi anni di scuola a restituire valore al cibo.