Opinioni: la legge contro lo spreco alimentare approvata in Italia

A cura di Luca Falasconi, coordinatore del progetto R.Edu.Ce

Anche l’Italia ha una legge anti sprechi! Ma…

Finalmente anche l’Italia, alla fine dello scorso agosto, ha approvato la sua legge contro gli sprechi alimentari.

È sicuramente un passo importante, che va nella direzione di accrescere la consapevolezza che lo spreco di cibo non solo è presente, ma è un problema che deve essere affrontato e risolto. Tuttavia, la legge approvata non è immune da critiche: si poteva auspicare un provvedimento diverso, più completo? Un provvedimento, cioè, che affrontasse la problematica a partire dalle cause e non dagli effetti dello spreco alimentare?

Il fulcro della nuova legge, infatti, è la donazione dei prodotti che, lungo la filiera agroalimentare, vengono considerati non più vendibili. Sicuramente questo era un ambito che aveva bisogno di interventi di semplificazione e snellimento delle procedure burocratiche, ma non è agevolando il recupero che si risolve il problema dello spreco alimentare.

A nostro avviso era necessario incentrare il nuovo provvedimento sugli aspetti della prevenzione e dell’educazione: è solo aumentando la conoscenza e modificando l’approccio al cibo (sia di chi lo produce che di chi lo consuma) che si possono ottenere profondi e consistenti cambi di rotta.

A seguire, vengono proposti tre articoli del giornalista Matteo Garuti, che scrive sulla rivista on-line “Il giornale del cibo”: gli articoli sono stati scritti a seguito di diverse interviste che mi sono state sottoposte nel mese di settembre e che argomentano in manierà più approfondita quanto anticipato nelle righe precedenti.

Intervista diretta: Legge contro lo Spreco Alimentare: cosa ne pensa Last Minute Market?

Sintesi del testo di legge: Spreco alimentare: la legge italiana per contrastarlo sarà efficace?

Ultimi dati sullo spreco in Italia: Gli ultimi dati sullo spreco in Italia

Articoli recenti

Globesity_cover2

Globesity, la fame del potere: esce il primo romanzo di Andrea Segrè, un food thriller e la ‘pandemia’ che arriva dal cibo.

Al culmine di un lungo impegno di ricerca e divulgazione esce il primo romanzo di …

Read More →
thumbnail_slide-FIES

WASTE WATCHER RACCONTA “IL CASO ITALIA” 2024.

E per la prima volta l’Osservatorio ha usato l’indice FIES (Food Insecurity Experience …

Read More →
Screenshot-2024-02-08-alle-11.24.49

IN UN CLICK, UNO STRUMENTO RILEVATORE DI SPRECHI PER TUTTI I PUBBLICI ESERCIZI: BAR, PIZZERIE, RISTORANTI, E ANCHE PER LE MENSE SCOLASTICHE ED AZIENDALI. BASTERÀ SELEZIONARE LA NUOVA OPZIONE DELLA APP SPRECOMETRO.

“Le imprese della distribuzione e della ristorazione possono svolgere un ruolo importante, grazie …

Read More →
01

MAKE THE DIFFERENCE, VERSO IL 2030! Andrea Segrè. fondatore della Giornata Nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare: «attraverso la Campagna pubblica Spreco Zero raccoglieremo l’impegno delle istituzioni nazionali e degli attori della filiera agroalimentare italiana.

A 10 anni dalla prima edizione degli Stati Generali contro lo spreco alimentare, che …

Read More →
09

Giornata Nazionale #sprecozero, arriva 123 PLEDGE, l’impegno comune contro lo spreco alimentare. La filiera agroalimentare italiana verso l’obiettivo 12.3 dell’Agenda Nazioni Unite

Dall’11^ Giornata Nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare arriva “Italy 4 pledge”, frutto della 2^ …

Read More →
NOWASTE SHOWCOOKING zona bar Cristina Bowerman cucina

LA FOTOGALLERY DELL’ 11°GIORNATA NAZIONALE DI PREVENZIONE DELLO SPRECO ALIMENTARE 2024

Read More →

Press Area

Torna su