È ufficialmente partito il conto alla rovescia per Natale! 

E sarà anche il mese in cui, probabilmente, acquisteremo più cibo del solito, accumulando in tempi ristretti grandi quantità di alimenti che rischiano di andare sprecati. I dati dell’Osservatorio Waste Watcher International sulle abitudini alimentari dei cittadini di tanti Paesi del pianeta confermano che sono i prodotti freschi e deperibili, quelli che si gettano maggiormente, Ancora una volta è la frutta fresca l’alimento più sprecato: un dato che si dimostra plebiscitario e svetta in Italia (33%) e Spagna (40%), Paesi accomunati nelle abitudini di Dieta mediterranea. Ma lo stesso accade in Germania (30%), Stati Uniti (32%), e in Francia, Olanda e Regno Unito. A contendersi il secondo posto di alimento più sprecato sono le insalate (in Italia al 24% e in Francia, Regno Unito e USA), e la verdura in Olanda, ma anche cipolle, aglio e tuberi in Francia, Spagna e Azerbaijan.

In Germania capita di sprecare in misura notevole affettati e pane confezionato, in Spagna pane fresco. Prevenire le abitudini alimentari che generano spreco si può, e anche a Natale e Capodanno con un po’ di attenzione possiamo decisamente migliorare: un aiuto “tecnico” e concreto arriva quest’anno dalla app Sprecometro, elaborata dall’Università di Bologna – Distal nell’ambito della campagna pubblica di sensibilizzazione Spreco Zero, per la direzione scientifica dell’agreconomista e accademico Andrea Segrè. Scaricando gratuitamente Sprecometro per Ios e Android (sprecometro.it) sarà possibile, da oggi lunedì 11 dicembre, avere accesso alle ricette d’autore messe a disposizione da un “dream team” di grandi chef appassionatamente impegnati nella cucina ispirata a criteri di sostenibilità, stagionalità e naturalmente alle buone pratiche #sprecozero. Sono – in ordine di apparizione su Sprecometro – gli chef Cristina Bowerman, Moreno Cedroni, Filippo La Mantia, Andy Luotto e Sabina Morganti. Le loro ricette offriranno nuove idee non solo per cene e cenoni, ma anche e soprattutto per le successive giornate e serate, quando ci ritroveremo alle prese con avanzi, frammenti, e residui di spese che hanno intasato frigo e dispensa. In aggiunta a queste ricette d’autore su Sprecometro troverete i consigli #sprecozero e altre ricette frutto delle ricerche di Andrea Segrè, che le ha raccolte nel tempo in vari manuali come “Cucinare senza sprechi” (Ponte alle Grazie) e “Il metodo spreco zero” (Rizzoli Bur).

«Prevenire è meglio di curare, cucinare è molto meglio di buttare – sottolinea Andrea Segrè – Lo spreco alimentare ha un costo, neppure tanto nascosto: ogni alimento che finisce nel bidone della spazzatura è una perdita secca di risorse naturali preziose: suolo, acqua, energia. Siamo per questo grati ai nostri amici chef a #sprecozero, che ci insegnano a valorizzare anche l’ultimo scarto. Come nel caso della prima ricetta, scaricabile proprio da oggi 11 dicembre: è firmata dalla chef Cristina Bowerman e arriva in regalo con il download gratuito di Sprecometro. Una ricetta tradizionale e insieme ‘audace’, nel segno della contaminazione dei gusti e del recupero degli sprechi del cibo che più si getta durante le feste: il panettone! Spaghetti, aglio, olio e panettone avanzato è la ricetta che Cristina Bowerman propone, per cimentarci in cucina durante le feste e scoprire che gli avanzi non sono mai stati così buoni! La sfida dello Sprecometro per dimezzare lo spreco alimentare pro capite entro il 2030 (Agenda ONU per lo sviluppo sostenibile) passa concretamente anche dalle nostre cucine.

La seconda ricetta sarà a firma di Moreno Cedroni e verrà rilasciata una settimana prima di Natale, lunedì 18 dicembre, seguirà proprio nella giornata di Natale la ricetta di Filippo La Mantia, a seguire, il 31 dicembre, la ricetta di Andy Luotto e il 5 gennaio, a ridosso dell’Epifania, la ricetta della chef Sabina Morganti. Da gennaio riprenderemo con altre gustose ricette di tanti amici chef: così tutto il 2024 sarà davvero a #sprecozero».

Articoli recenti

Globesity_cover2

Globesity, la fame del potere: esce il primo romanzo di Andrea Segrè, un food thriller e la ‘pandemia’ che arriva dal cibo.

Al culmine di un lungo impegno di ricerca e divulgazione esce il primo romanzo di …

Read More →
thumbnail_slide-FIES

WASTE WATCHER RACCONTA “IL CASO ITALIA” 2024.

E per la prima volta l’Osservatorio ha usato l’indice FIES (Food Insecurity Experience …

Read More →
Screenshot-2024-02-08-alle-11.24.49

IN UN CLICK, UNO STRUMENTO RILEVATORE DI SPRECHI PER TUTTI I PUBBLICI ESERCIZI: BAR, PIZZERIE, RISTORANTI, E ANCHE PER LE MENSE SCOLASTICHE ED AZIENDALI. BASTERÀ SELEZIONARE LA NUOVA OPZIONE DELLA APP SPRECOMETRO.

“Le imprese della distribuzione e della ristorazione possono svolgere un ruolo importante, grazie …

Read More →
01

MAKE THE DIFFERENCE, VERSO IL 2030! Andrea Segrè. fondatore della Giornata Nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare: «attraverso la Campagna pubblica Spreco Zero raccoglieremo l’impegno delle istituzioni nazionali e degli attori della filiera agroalimentare italiana.

A 10 anni dalla prima edizione degli Stati Generali contro lo spreco alimentare, che …

Read More →
09

Giornata Nazionale #sprecozero, arriva 123 PLEDGE, l’impegno comune contro lo spreco alimentare. La filiera agroalimentare italiana verso l’obiettivo 12.3 dell’Agenda Nazioni Unite

Dall’11^ Giornata Nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare arriva “Italy 4 pledge”, frutto della 2^ …

Read More →
NOWASTE SHOWCOOKING zona bar Cristina Bowerman cucina

LA FOTOGALLERY DELL’ 11°GIORNATA NAZIONALE DI PREVENZIONE DELLO SPRECO ALIMENTARE 2024

Read More →

Press Area

Torna su