BOLOGNA, IN PRIMA NAZIONALE OGGI 18 NOVEMBRE, AL CINEMA LUMIÈRE, L’ECONOMISTA INGLESE RAJ PATEL PRESENTA “THE ANTS & THE GRASSHOPPER”, IL FILM SUL CAMBIAMENTO CLIMATICO. ALL’INDOMANI DI GLASGOW L’INCONTRO E PROIEZIONE CON L’ACCADEMICO E ATTIVISTA AMBIENTALE FRA I PIÙ NOTI A LIVELLO MONDIALE.

Bologna, Cinema Lumière – Sala Scorsese, ore 17:30
La cicala e la formica: l’eredità di Glasgow.
Dal climate change allo sviluppo sostenibile
Raj Patel, economista, attivista ambientale e accademico Università di Austin, Texas
Andrea Segrè, professore ordinario Università di Bologna, presidente CAAB e Fondazione FICO, fondatore campagna Spreco Zero
Conduce Anna Fiaccarini, responsabile della Biblioteca Renzo Renzi e degli archivi extra Filmici della Cineteca
Raj Patel: «la sensibilizzazione intorno al cambiamento climatico è ancora lenta, purtroppo. A COP26 un numero impressionante di delegati faceva capo all’industria dei combustibili fossili: anche per questo Glasgow si è chiusa con un accordo generale sciatto».

BOLOGNA – Seconda giornata per i Dialoghi di Bologna Award, il format di incontri del Premio Internazionale per la sostenibilità promosso da CAAB e dalla Fondazione FICO. Oggi, giovedì 18 novembre, alle 17.30 al Cinema Lumière – Sala Scorsese, riflettori su “La cicala e la formica: l’eredità di Glasgow. Dal climate change allo sviluppo sostenibile”, l’evento organizzato in sinergia con la Cineteca di Bologna e R-evolution festival, che vedrà protagonista in presenza, reduce dai lavori di Glasgow, l’accademico inglese Raj Patel, economista e docente all’Università di Austin (Texas), attivista ambientale e autore di un saggio cult sul tema della sostenibilità alimentare, “I padroni del cibo”. In dialogo con il divulgatore scientifico Andrea Segrè, per la prima volta in Italia Raj Patel presenterà il film The Ants and the Grasshopper” (“La cicala e la formica”), scritto e diretto insieme al regista Zak Piper, una produzione Bungalow Town Productions – Kartemquin Films, 2021 (74’). Conduce l’incontro Anna Fiaccarini, responsabile della Biblioteca Renzo Renzi e degli archivi extra filmici della Cineteca.
Gli ultimi 7 anni sono stati i più caldi della storia dell’umanità, gli eventi estremi sono diventati la nuova normalità, ma questo non è bastato a generare un immediato accordo fra le governance del mondo, riunite al tavolo della COP26. Il film di Raj Patel, girato fra il Malawi e gli Stati Uniti, ripercorre il viaggio della “semplice” cittadina Anita Chitaya che, per salvare la sua casa da condizioni meteorologiche estreme, affronta una grande sfida: persuadere gli americani che il cambiamento climatico è reale. «L’idea del film – racconta Raj Patel – è nata per ispirazione della nostra protagonista e grazie alla sua osservazione della natura: una singola formica da sola non è in grado di compiere grandi cose, ma insieme tante formiche possono spostare le montagne. Al mondo ci sono molte persone, moltissime formiche. Solo poche stanno mettendo a frutto i loro talenti, però. Dobbiamo prendere consapevolezza  del cambiamento climatico e cercare insieme di sollevare questo fardello che ricade su tutti, purtroppo ancora scegliamo di non farlo. Dobbiamo cambiare il nostro rapporto con questi grandi problemi perché altrimenti resteremo a osservarli a distanza, con indifferenza. Questa è l’idea alla base del film “The ants & the grasshopper”.
La sensibilizzazione intorno al cambiamento climatico è ancora lenta, purtroppo. A COP26 un numero impressionante di delegati faceva capo all’industria dei combustibili fossili: anche per questo Glasgow si è chiusa con un accordo generale sciatto, che ha messo in luce la prevaricazione dei governi ben prima delle risposte alle urgenze dei loro popoli».

La partecipazione agli eventi è gratuita e aperta ai possessori di green pass
Info e dettagli:
bolognaaward.com
caab.it
fondazionefico.org

La 6^ edizione di Bologna Award è promossa da CAAB e Fondazione FICO con il sostegno della Regione Emilia Romagna e con il patrocinio del Comune di Bologna, della Camera di Commercio di Bologna e della FAO (Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura).

PRESS ufficiostampa@volpesain.com

Articoli recenti

Torna su