FOOD WASTE around the WORLD, Cross Country Report

ROMA, MARTEDI’ 28 SETTEMBRE h 12.30

Associazione della Stampa Estera in Italia via dell’Umiltà, 83 C Roma

e in diretta Streaming

sul sito della Stampa estera e sito e social Campagna Spreco Zero

CONFERENZA STAMPA di illustrazione dei DATI

È italiano il primo rapporto globale sul rapporto fra cibo e spreco: un’indagine firmata da Waste Watcher, International Observatory on Food & Sustainability, realizzata in 8 Paesi: Italia, Spagna, Germania, Regno Unito, Stati Uniti, Canada, Cina. In occasione della 2^ Giornata internazionale di consapevolezza sulle perdite e gli sprechi alimentari – 29 settembre 2021 – la campagna Spreco Zero di Last Minute Market promuove con Ipsos e l’Università di Bologna il primo Cross Country Report dedicato a “Food & Waste around the World”. Un confronto incrociato sulle abitudini di acquisto, gestione e fruizione del cibo a livello planetario.

CONDUCE I LAVORI

Maarten van Aalderen, Presidente Associazione della Stampa Estera

PRESENTAZIONE Cross Country Report

Andrea Segrè, direttore scientifico Waste Watcher International Observatory on Food and Sustainability, Università di Bologna

Enzo Risso, direttore scientifico IPSOS,

Matteo Vittuari, Università di Bologna-DISTAL, coordinatore Cross Country Report

INTERVENGONO

Stefano Patuanelli, Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali

Maximo Torero, Chief Economist FAO

Maurizio Martina, Vice Direttore Generale Aggiunto FAO

Vincenza Lomonaco, Rappresentante Permanente d’Italia presso le Organizzazioni ONU, Roma

Giorgio Marrapodi, Direttore Generale per la Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri

FOCUS ITALIA: packaging e smart fridge

Luca Falasconi, Università di Bologna, coordinatore Focus Italia

CONCLUDE

Marina Sereni, Vice Ministra degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale

FOCUS ITALIA: food, packaging e smart fridge

Luca Falasconi, Università di Bologna, coordinatore Focus Italia

Paolo Pasini, responsabile Relazioni istituzionali Unitec

Gabriele Longanesi, Amministratore delegato Natura Nuova

Matteo Frattino, Cluster Italy Marketing Director Electolux

Luca Ruini, Presidente Conai (in collegamento)

Giuseppe Tripoli, Segretario generale Unioncamere

Massimiliano Giansanti, Coordinatore nazionale Agrinsieme

LIVE STREAMING DELL’EVENTO SULLA PAGINA FACEBOOK E IL CANALE YOUTUBE DELLA CAMPAGNA SPRECO ZERO!

29 settembre 2021: 2^ Giornata internazionale di consapevolezza delle perdite e sprechi alimentari

Ogni anno il 14 %  circa dei prodotti alimentari va perso in tutto il mondo prima di raggiungere il mercato. Il valore annuo delle perdite alimentari è pari a 400 miliardi di USD, equivalenti al PIL dell’Austria. A ciò si aggiungono gli sprechi alimentari, che si consumano a livello di distribuzione e commercializzazione del cibo, così come – in gran parte – nelle nostre case. Dal punto di vista dell’impatto ambientale, le perdite e gli sprechi alimentari sono responsabili dell’8 % delle emissioni globali di gas a effetto serra.

Le perdite alimentari si verificano nel tragitto tra il campo e la vendita al dettaglio (esclusa), mentre gli sprechi alimentari si osservano a livello di vendita al dettaglio e di consumo (servizi di ristorazione e nuclei familiari). Fra le cause del fenomeno si annoverano i vizi di manipolazione, l’inadeguatezza delle modalità di trasporto o immagazzinamento, l’assenza di capacità lungo la catena del freddo, condizioni atmosferiche estreme, l’esistenza di norme di qualità sull’aspetto esteriore fino all’assenza di capacità di pianificazione e competenze culinarie tra i consumatori. In sostanza, se si riducessero le perdite o gli sprechi alimentari si potrebbe garantire maggiore disponibilità di cibo per i cittadini del mondo, verrebbero ridotte le emissioni di gas a effetto serra, si allenterebbe la pressione sulle risorse naturali e si potenzierebbero la produttività e la crescita economica.

In ragione di queste considerazioni è stata introdotta nel 2020 dall’Agenzia delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO), con il Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (UNEP) la Giornata internazionale della Consapevolezza sugli sprechi e le perdite alimentari. In calendario il 29 settembre. Nel 2020 la Giornata è stata celebrata in un contesto fortemente aggravato dalla pandemia covid-19, che tuttora minaccia la sicurezza alimentare per milioni di persone sulla terra, mentre continuano ad avanzare i cambiamenti climatici, i flussi migratori, le questioni legate a fame, malnutrizione, povertà vecchie e nuove.

«L’indagine di Waste Watcher International “Food & waste around the world”, primo Cross Country report mai realizzato – ha spiegato il fondatore Spreco Zero Andrea Segrè, docente di politica agraria internazionale all’Università di Bologna – vuole contribuire a tracciare una “istantanea” dei cittadini del mondo e delle loro abitudini, per contribuire alla sensibilizzazione globale e a una indifferibile svolta culturale nei comportamenti del quotidiano sul tema spreco alimentare. Una questione che i cittadini ma anche e soprattutto le governance del pianeta devono affrontare in modo strutturale, all’alba del Terzo millennio».

Articoli recenti

Schermata 2021-09-27 alle 10.26.59

28 settembre, Cross Country Report: Food & Waste Around the World

Read More →
Schermata 2021-10-01 alle 11.29.12

Waste Watcher Cross Country (ENG)

Read More →
Torna su