… E POI? VISIONI DI FUTURO GIOVEDI’ 24 GIUGNO, ORE 21.30 TRENTO, PARCO DEL MUSE

AL MUSE DI TRENTO GIOVEDÌ 24 GIUGNO LA PRIMA TAPPA 2021 DEL PROGETTO CHE INCROCIA LETTERATURA E SOSTENIBILITA’: FILO ROSSO UNA NOVITA’ EDITORIALE, “A CHE ORA È LA FINE DEL MONDO”, FIRMATA DAGLI ACCADEMICI ANDREA SEGRÈ, AGROECONOMISTA, E ILARIA PERTOT, ESPERTA DI AGRICOLTURA SOSTENIBILE.

L’INCONTRO: UN TALK AFFASCINANTE SUI TEMI DEL FUTURO, DELLO SVILUPPO SOSTENIBILE E DELLA MONTAGNA, DOVE IL CAMBIAMENTO CLIMATICO È PIU’ EVIDENTE. FRA I PROTAGONISTI, IN PRESENZA E IN COLLEGAMENTO DIGITALE, ANCHE L’ALPINISTA MATTEO DELLA BORDELLA, CHE HA SCALATO PARETI IN TUTTO IL MONDO SENZA LASCIARE MATERIALI IN PARETE, LO SCIENZIATO
FREERIDER MARTINO COLONNA, LO SCRITTORE E POETA GIAN MARIO VILLALTA, DIRETTORE ARTISTICO DI PORDENONELEGGE. SI PARLERA’ ANCHE DIAGRICOLTURA BIOLOGICA CON FABRIZIO PIVA E DI BIODIVERSITA’ IN MONTAGNA CON LUCIANO DI MARTINO, MARCELLO LUNELLI E CAMILLO ZULLI.

E poi? È la domanda che fanno i bambini quando gli racconti una storia. Tutti vogliamo sapere come andrà a finire e cosa ci aspetta nel futuro, tanto più dopo la lunga sospensione pandemica che ha modificato le nostre vite a livello planetario, condizionando il nostro modo di essere e di vivere, le nostre relazioni. Da dove ripartire? Come vivremo, cosa mangeremo, che lavoro faremo, come viaggeremo, come ci vestiremo, dove vivremo? Molti di questi interrogativi, e soprattutto alcune prime risposte e tante riflessioni intorno ai temi dello sviluppo sostenibile sono contenuti nel racconto inedito “A che ora è la fine del mondo?
Scivolando verso il futuro”, pubblicato da Edizioni Ambiente in ebook, firmato dagli accademici Andrea Segrè, agroeconomista e fondatore del movimento e della campagna Spreco Zero, e Ilaria Pertot, esperta di agricoltura sostenibile.

Un racconto scientifico-letterario uscito nel corso del 2020, ambientato in montagna e dedicato ai grandi temi del futuro e del mondo post-covid 19, inquadrabile nel nuovo filone della speculative nonfiction. Il finale del racconto era rimasto aperto e si era chiesto agli stessi lettori di individuare uno sviluppo, lasciando libera la loro immaginazione e cimentandosi nella scrittura della conclusione. I lettori hanno potuto scaricare gratuitamente l’ebook online, e contestualmente hanno preso parte a un esperimento di crowd foresight, offrendo la loro visione di alcune situazioni future. Giovedì 24 giugno, a Trento, alle 21.30 nel Parco del Muse, è in programma il primo incontro pubblico 2021 dedicato al progetto “…e poi?”, l’innovativo concept scientifico e letterario che ha promosso la realizzazione del racconto e il contest per i finali affidati agli stessi lettori. «L’obiettivo – spiegano i coautori Andrea Segrè e Ilaria Pertot – era di indagare i grandi temi del nostro tempo attraverso un progetto di ricerca e di comunicazione scientifica, per cogliere nella crisi attuale un’opportunità di cambiamento degli stili di vita». L’incontro di Trento si articolerà in vari dialoghi legati a visioni di futuro, e permetterà di presentare ufficialmente i finalisti del contest letterario, autori di varie età che hanno partecipato all’esperimento di crowd writing:.Sono Ada Bellanova, Luca Inchingolo e Anna Eriksson per la categoria adulti, Magdalena Broseghini, Biagio Iorio e Noemi Zulianello con Luca Bazzani per la categoria Università e inoltre due classi dell’ITT Buonarroti di Trento e una classe del Liceo Scientifico Malpighi di Bologna i finalisti che vedranno pubblicato il loro finale nel libro cartaceo a cura di Edizioni Ambiente, di prossima presentazione a pordenonelegge 2021 nel mese di settembre. Con i finalisti si dialogherà, giovedì sera, commentando le loro visioni di futuro: insieme ad altre centinaia di lettori hanno infatti preso parte al più grande esperimento di crowd foresight e crowd writing mai tentato fino ad ora.

Il talk di Trento partirà proprio dalla montagna, perché è un ambiente fragile dove il cambiamento climatico si sta facendo già evidente. Fra i protagonisti dell’incontro l’alpinista Matteo Della Bordella che, in libera con protezioni naturali e senza lasciare materiali in parete, ha scalato importanti vie: come la ovest della Torre Egger, la est del Fitz Roy, la est del Cerro Murallon. Accanto a lui interverrà lo scienziato freerider Martino Colonna e si parlerà poi di un mondo nel quale l’agricoltura sia soprattutto biologica: Fabrizio Piva, amministratore delegato CCPB srl, ci aiuterà ad immaginare come coltiveremo il nostro cibo. Ma non dimentichiamo che la montagna è anche biodiversità, con i suoi fiori e un’agricoltura custode di questo immenso patrimonio naturale. Ce lo spiegheranno Luciano Di Martino, Marcello Lunelli e Camillo Zulli. Nel corso del talk interverranno anche vari componenti della Giuria che ha selezionato i finalisti: fra gli altri il Professore Emerito dell’Università di Bologna Vincenzo Balzani e inoltre Bruno Coccia, Luciano Di Martino, Giovanni Dinelli, Paola Favero, Francesca Forno, Laura Galassi, Elisabetta Moro, Laura Salvetti, Beppe Stauder, Elena Ugolini. Lo scrittore e poeta Gian Mario Villalta ci guiderà poi verso pordenonelegge – festa del Libro con gli Autori, in programma dal 15 al 19 settembre: il festival sarà il palcoscenico nel quale si vedrà finalmente, in anteprima nazionale, il libro pubblicato con i finali dei vincitori, e soprattutto con il finale scritto da tutti i partecipanti al crowd foresight. Naturalmente un momento speciale sarà dedicato alla premiazione dei finalisti, ai quali andranno riconoscimenti messi a disposizione da CCPB, Cantine Ferrari, Scarpa, Medusa, Cantine Orsogna, Conapi e Natura Nuova.
Per partecipare in presenza è necessaria la prenotazione presso il MUSE muse.it fino ad esaurimento dei posti disponibili. L’evento potrà essere seguito in streaming live sul canale youtube del Muse https://www.youtube.com/muse.
… e poi? è un progetto di Andrea Segrè, professore ordinario di Politica Agraria Internazionale e Comparata – Università Alma Mater Studiorum Bologna, fondatore Last Minute Market e campagna Spreco Zero, e di Ilaria Pertot, professore ordinario di Patologia Vegetale – Università di Trento/Fondazione Edmund Mach, con Il supporto di un comitato scientifico di esperti internazionali. Il format è promosso in collaborazione con Fondazione Pordenonelegge, campagna Spreco Zero, Università di Trento, Università di Bologna, Trento Film Festival, main supporter CCPB Srl.

Articoli recenti

unnamed (13)

26 luglio dalle ore 15, su Rai1 PreVertice delle Nazioni Unite

dedicato alla trasformazione dei Sistemi alimentari mondiali, in programma a Roma nella sede …

Read More →
IMG_20210624_211811

E poi?…24 giugno al Muse Trento

Read More →
Torna su