Buon Natale #sprecozero a tutti! I nostri auguri e il primo appuntamento 2022

Cari amici,

vi auguriamo serenità e relax per le giornate in arrivo. Sarà il secondo Natale in tempo di pandemia, per questo l’auspicio #sprecozero illumina i comportamenti che generano armonia per la salute di noi tutti, e quella della Terra. Ecco il nostro Natale in 5 mosse, per presidiare la salute, prevenire gli sprechi, proteggere il pianeta:

1 Check-in

Ricorda che in cucina il detto “quanto basta” funziona sempre: fai la lista della spesa dopo aver verificato quel che resta in frigorifero e nella dispensa, valutando il numero dei commensali per i pasti delle giornate festive.

2 Check-out

Mentre fai la spesa, se proprio non riesci a resistere al sottocosto e alle offerte3x2, e acquista solo alimenti che puoi conservare.

3 Weight & Waste Watchers

Prima di cucinare pesa gli alimenti e soppesa i tuoi invitati. L’eccesso a tavola fa male alla salute e all’ambiente, tanto più se il cibo finisce nella spazzatura.

4 The Day After: il giorno dopo

Recupera tutto ciò che rimane di pranzi & cene della festa e crea un super pasto del giorno dopo da condividere con gli amici. Ciò che avanza può essere congelato e gustato qualche tempo dopo, per ritrovare il sapore delle feste.

5 #Zerowaste: #sprecozero

Differenzia nei bidoni e nei sacchi dedicati della spazzatura tutto quello che resta a tavola e sotto l’albero, dal cibo agli imballaggi. Dai a tutto una seconda chance: gli alimenti nell’umido per il compost delle piante, il packaging per un nuovo ciclo. La vita continua!

Rifugio #sprecozero a Natale, Linea Bianca dalla Val di Fassa.

In presa diretta, mentre il pranzo di Natale volge al termine, i consigli del fondatore Spreco Zero Andrea Segrè, intervistato da Massimiliano Ossini.

Sabato 25 dicembre torna l’appuntamento TV con un classico della programmazione invernale, il format di Rai1 Linea Bianca: la puntata di Natale sarà in onda a partire dalle 15.15, per riscaldare le atmosfere con un viaggio a Canazei in Val di Fassa, Trentino Alto Adige. Un’avventura a quota 2.981 metri sul livello del mare, in una dimensione fuori dallo spazio e dal tempo: e mentre il pranzo di Natale 2021 volge al termine, ecco il dialogo #sprecozero che vedrà protagonisti il conduttore di Linea Bianca Massimiliano Ossini e il divulgatore scientifico Andrea Segrè, fondatore di Last Minute Market e della campagna Spreco Zero. Set del dialogo sarà il caratteristico rifugio Fuciade, immerso nel chiarore sempre magico e sorprendente della neve.

Verso il 2022: è già in vista la 9^ Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare, 5 febbraio!

Sabato 5 febbraio 2022 si celebra la 9^ edizione della Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare, ideata e istituita nel 2014 dalla campagna Spreco Zero con l’Università di Bologna – Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agroalimentari e con il Ministero dell’Ambiente. Da allora la Giornata è punto di riferimento per la sensibilizzazione sul tema dello sviluppo sostenibile e della prevenzione degli sprechi.

Quest’anno vi proponiamo di festeggiare insieme la Giornata del 5 febbraio: mandateci notizia degli eventi che state organizzando, o semplicemente raccontateci cosa fate e cosa farete quest’anno per promuovere nel quotidiano e intorno a voi la prevenzione e riduzione dello spreco alimentare. Lo racconteremo in diretta e nei giorni successivi, per potenziare l’effetto dell’impegno di tutti.

Scriveteci qui: giornataprevenzionesprechi@gmail.com

Aspettiamo i vostri aggiornamenti!

Prevenire gli sprechi nei cibi freschi: Op Secondulfo restituisce valore alla frutta con la tecnologia Unitec.

L’azienda OP Secondulfo si è aggiudicata il Premio Vivere a Spreco Zero 2021 nella categoria ortofrutta. Il contest, promosso dalla campagna di sensibilizzazione Spreco Zero e giunto alla sua 9^ edizione, è incentrato sulla promozione delle buone pratiche per la prevenzione e riduzione degli sprechi da parte di enti pubblici, aziende, cittadini, scuole e associazioni. La campagna Spreco Zero di Last Minute Market è stata fondata dall’agroeconomista e divulgatore scientifico Andrea Segrè.

Prevenire lo spreco alimentare negli alimenti freschi è sempre complesso per la velocità con cui si manifestano le marcescenze e altri difetti che compromettono l’edibilità salutare del cibo. Secondo le indagini svolte da Agroter, società di ricerca specializzata nella filiera ortofrutticola, fino al 50% del gettato dopo l’avvio al mercato è dovuto a vizi occulti sul prodotto, ovvero fenomeni di degrado/marcescenza che erano già in atto nel momento della selezione, ma che si manifestano in modo evidente solo in negozio o a casa del cliente. Inoltre, le analisi condotte su pesche e nettarine simulando le condizioni a casa del consumatore, evidenziano che fra 1 e 3 giorni dall’acquisto l’8-12% del prodotto acquistato in media si degrada in modo grave e che circa il 30% dello stesso dipende da difetti di qualità interni, prevalentemente a carico della polpa, non rilevabili dall’esterno. Op Secondulfo, grazie all’introduzione nell’ultimo periodo di un impianto UNITEC equipaggiato con il sistema di visione “Peach Vision 3” per la classificazione della qualità esterna e interna di pesche e nettarine -ma in grado di lavorare e classificare la qualità anche di kiwi e albicocche – riesce ad individuare difetti esterni ed interni in fase di selezione, orientando i frutti che presentano difettosità (e che potrebbero avere problematiche dopo la spedizione) verso altri canali di massima valorizzazione, contribuendo così a ridurre lo spreco di questi alimenti.  Grazie a queste tecnologie di UNITEC fortemente innovative, basate sulla riflessione e sulla rifrazione di diverse bande luminose è possibile identificare i frutti che al momento della lavorazione hanno difettosità non visibili all’occhio umano, ma che possono far degradare il frutto una volta giunto al supermercato o sulla tavola del consumatore finale. Grazie a questa nuova tecnologia in grado di estrarre in modo automatico i frutti che, per esempio, presentano alcune microlesioni, è possibile evitare che questi finiscano nelle confezioni destinate al consumo fresco. Potranno tuttavia essere perfettamente idonei per l’industria della trasformazione: si evita così lo spreco della frutta, recuperandone il concreto valore lungo l’intera filiera.

Articoli recenti

000-Rep-19-marzo

IL CIBO AL TEMPO DELLA GUERRA.

IL CIBO AL TEMPO DELLA GUERRA. L’intervento del fondatore Spreco Zero Andrea Segrè, …

Read More →
Giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare 2022 Rassegna Stampa

Rassegna stampa 9^ Giornata Nazionale di Prevenzione dello spreco, 5 febbraio 2022

Read More →
Banner giornata per la prevenzione dello spreco alimentare

ONE HEALTH, ONE EARTH, SABATO 5 FEBBRAIO LA 9^ GIORNATA NAZIONALE DI PREVENZIONE DELLO SPRECO ALIMENTARE

Il ritorno alla vita sociale, nella convivenza con il virus, ci ha resi meno attenti nella gestione e fruizione del cibo.

Read More →
24 gennaio Corriere Buone Notizie

Spreco alimentare, con la pandemia italiani più bravi di tutti: «Ma c’è ancora molto da fare»

Su Corriere della Sera – Buone Notizie l’articolo di Chiara Daina in vista della Giornata nazionale di Prevenzione dello spreco alimentare.

Read More →
Banner giornata per la prevenzione dello spreco alimentare

ONE HEALTH, ONE EARTH. STOP FOOD WASTE!

9^ giornata nazionale di prevenzione dello spreco alimentare in calendario 5 febbraio 2022

Read More →
Torna su