Opinioni. Rosarno: l’effetto collaterale di un mercato senza legalità e trasparenza
Opinioni. Rosarno: l’effetto collaterale di un mercato senza legalità e trasparenza

Opinioni. Rosarno: l’effetto collaterale di un mercato senza legalità e trasparenza

A cura di Redazione

Riproponiamo a seguito due articoli realizzati a quattro mani da Andrea Segre (regista, da sempre impegnato sul tema delle migrazioni e dei diritti umani) e Andrea Segrè, pubblicati su Internazionale il 20 e il 23 dicembre 2016.

“[…] Per gli agrumi, ma ciò vale per le olive e in genere per tutti gli alimenti, se non c’è un prezzo giusto che remunera tutti gli attori della filiera, gli effetti collaterali colpiscono soprattutto gli anelli più deboli, più esposti e meno protetti dalla società: braccianti e agricoltori. […] Perché c’è una macchina più grande di noi che ci chiede solo di aspettare, produrre, acquistare, consumare, scartare, sprecare. Ma questa macchina c’è e deve esserci o ci siamo abituati a considerarla inevitabile? È pensabile ridurre la scala per sentirci meno consumatori e più persone con diritti, doveri, dignità?”

Per leggere l’articolo pubblicato su Internazionale il 20 dicembre 2016, clicca sul link: http://www.internazionale.it/reportage/andrea-segre/2016/12/20/rosarno-aziende-agricole

Per leggere l’articolo completo del 23 dicembre 2016, clicca sul link: http://www.internazionale.it/reportage/andrea-segre/2016/12/23/cibo-dignita-lavoro-diritti